Accordo su nuovi appalti al “San Carlo” di Potenza

Riassunzione dei 260 addetti, alle condizioni precedenti, con passaggio a tempo indeterminato alle tre aziende che si sono aggiudicate la gara-ponte per i servizi di pulizia, facchinaggio e mensa dell’Azienda Ospedaliera San Carlo di Potenza. E’ l’accordo raggiunto al termine di una lunga trattativa, durata tre giorni, portata all’attenzione del Prefetto dalle segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil e di categoria Filcams, Fisascat e Uiltucs.

Un risultato frutto del braccio di ferro, fatto di continue tensioni tra i lavoratori in presidio, “reso possibile – hanno detto i sindacati in una nota – grazie alle azioni di lotta messe in campo in queste settimane, con il concorso delle istituzioni, in particolare del vice prefetto Cocciufa, del direttore generale alla Presidenza della Regione Basilicata, Marsico, e della direzione strategica del San Carlo, nonché grazie alla disponibilità evidenziata dalle tre ditte aggiudicatarie”.

Amara considerazione finale sempre dei sindacati. Questa ennesima vertenza – si apprende – dimostra l’inadeguatezza dell’attuale sistema degli appalti, in particolare nel settore dei servizi esternalizzati, con il meccanismo del massimo ribasso che scarica sulle spalle dei lavoratori l’onere dei risparmi di spesa.

Share Button