Puglia, il Consiglio chiede la revoca dell’accordo Regione – Natuzzi

L’azienda aveva dichiarato che avrebbe licenziato un lavoratore per ogni dipendente reintegrato dal tribunale

Il Consiglio regionale della Puglia ha votato all’unanimità una mozione presentata dai consiglieri di Noi a Sinistra per la Puglia Mino Borraccino ed Enzo Colonna che chiedevano la revoca dell’accordo del 15 novembre 2016 tra la Regione Puglia e la Natuzzi per garantire ai lavoratori pieni diritti dopo le dichiarazioni dell’azienda che intende licenziare un lavoratore per ogni dipendente reintegrato dal tribunale. I firmatari ricordano che “i lavoratori licenziati dalla Natuzzi e riassunti presso la Newco erano stati invitati a firmare un nuovo contratto di lavoro con un salario di ingresso, perdendo gli scatti e una parte della precedente retribuzione e messi in cassa integrazione presso lo stabilimento di Ginosa, con la clausola di rinunciare ad ogni contenzioso legale da far rivalere nei confronti della Natuzzi. Alcuni lavoratori avevano avviato contenziosi giuridici verso l’azienda, perché ritenevano di essere stati ingiustamente collocati in Cassa integrazione a ore zero. Una recente sentenza del Tribunale del Lavoro di Bari ha loro ragione e altri 180 lavoratori hanno presentato medesimo ricorso”.

Share Button