Potenza, protesta degli operai forestali del Lagonegrese

Per chiedere il reintegro “dei lavoratori con oltre 55 anni di età esclusi dal piano di forestazione”, i lavoratori forestali addetti ai servizi di antincendio boschivo nel Lagonegrese-Pollino hanno fatto oggi un “sit-in” davanti alla Regione Basilicata, su iniziativa della Flai-Cgil di Basilicata.

In un incontro con funzionari della Regione, i rappresentanti dei lavoratori hanno criticato “la riduzione del personale da parte dell’ente regionale da 94 a 72 unità, in particolare alla luce dell’inclusione di un solo gruppo di questi lavoratori con discrezionalità dell’Area programma”.

Secondo la Flai, infatti, “il problema nasce quando la stessa Area Programma, seguendo una logica clientelare del politico di turno, ha continuato a mantenere tra gli addetti sia gli ultracinquantacinquenni sia coloro che per diritto dovevano rientrare, avendo seguito un apposito corso di formazione per l’attività di antincendio. Chiediamo non solo il reintegro dei lavoratori rimasti fuori ma anche che la Regione Basilicata predisponga corsi di formazione Aib per quei lavoratori al di sotto dei 55 anni di età in modo da eliminare definitivamente questo criterio discriminatorio”.

Share Button