Cisl Pensionati Basilicata a congresso: necessario patto intergenerazionale per il futuro

Riforma delle pensioni, patto intergenerazionale, invecchiamento attivo, rilancio delle politiche socio-assistenziali. Temi protagonisti della due giorni tenutasi a Picerno per il decimo congresso della federazione regionale dei pensionati Cisl, una platea in crescita di cittadini per l’alto tasso d’invecchiamento della terra lucana unita alla costante oltre che inesorabile emigrazione di giovani.

Presenti 150 delegati in rappresentanza di circa 20 mila iscritti della categoria, ai quali il segretario generale Enzo Zuardi ha parlato dell’ultimo traguardo raggiunto grazie alla mobilitazione della categoria sulla riforma del sistema previdenziale pubblico. “Una azione – ha evidenziato – che ha portato al successivo confronto con il governo”, una traccia da seguire per gli attesi “provvedimenti per il futuro previdenziale, come la pensione di garanzia, per chi ha avuto carriere fortemente discontinue”. L’invito, emerso nelle scorse ore anche sul fronte nazionale, è di favorire l’uscita dei lavoratori ultrasessantenni e di chi ha lavorato già molti anni per una staffetta generazionale.

Durante i lavori FNP si è discusso anche di liste d’attesa in sanità e della proposta di legge unitaria sull’invecchiamento attivo, attualmente all’attenzione del Consiglio Regionale lucano. Impossibilitato a raggiungere la Basilicata, il segretario nazionale Gigi Bonfanti ha inviato un messaggio incentrato sulla ripartenza del sistema Paese con i giovani.

Share Button