Uil Basilicata. Continua ascesa delle ore di Cig mostra una palese sofferenza

A ridosso dell’ormai prossimo primo maggio la Uil lucana tira fuori il termometro per misurare lo stato di salute delle aziende su scala regionale con i valori estratti dal secondo rapporto 2017 sulla CIG del Centro Studi del Lavoro sulla base dati resa pubblica dall’Inps il 20 aprile scorso.

La rielaborazione mostra un andamento in continua ascesa del numero di ore richieste da inizio 2017 ad oggi da parte delle aziende con un incremento di quelle autorizzate nel primo trimestre che in termini percentuali è del 110% rispetto allo stesso periodo del 2016. Aumento che in termini di unità lavorative riguarda poco più di mille persone (1002).

Nel primo bimestre l’aumento del ricorso alla cassa integrazione, in valori percentuali è maggiormente evidente in Basilicata (+387,6%). Nel dettaglio del trimestre le ore di cig hanno sfiorato il milione (973.281); con il maggior ricorso a quella ordinaria (397.169 ore), seguita dalla straordinaria con 303.961 e quella in deroga 272.151 ore. A marzo la UIL stima in 1.908 (su oltre 230 mila in totale) i posti di lavoro salvaguardati dall’ammortizzatore sociale. I dati mostrano quindi una palese sofferenza di nuove aziende che accedono alla CIG.

Share Button