Ex Isolaverde, c’è l’accordo: 120 alle bonifiche. Soddisfatto Emiliano

Indimenticabili le proteste sui tetti per riottenere il lavoro. La minaccia di lanciarsi nel vuoto, non potendo più mantenere le proprie famiglie. Da “destino amaro – afferma con soddisfazione il governatore della Puglia Michele Emiliano – ad importante successo di la comunità”: 120 lavoratori ex Isolaverde saranno reimpiegati nei lavori di bonifica e manutenzione di aree compromesse. Un “progetto innovativo”, Verde Amico, da 6 milioni di euro. Quattro dal Governo, due dalla Regione. “Quando questi salvataggi si svolgono in città come Taranto, martire del lavoro – dichiara Emiliano – sono particolarmente commosso, soddisfatto e incoraggiato ad andare avanti”.

La promessa poi ad impegnarsi per le altre vertenze: Marcegaglia, Miroglio e Curvet. Ma soprattutto, in questa fase, la Regione punta a risolvere la questione Paisiello. Rischia di chiudere a fine anno accademico. L’obiettivo è la statalizzazione.

Il progetto Verde Amico è un “fatto rivoluzionario” per il presidente della Task force regionale al Lavoro Leo Caroli, per il reinserimento dei lavoratori, ma anche “per la formazione che, fatto innovativo, avverrà sul campo”. “Un tassello per la costruzione del futuro, e della macro regione del meridione” per il commissario alle bonifiche Vera Corbelli. Da lei, il monito ai lavoratori e l’invito ad essere lungimiranti: “Non pensiate di ritirare solo lo stipendio a fine mese. Per questo progetto c’è bisogno anche di voi”.

Share Button