Digitalizzazione sale cinematografiche lucane. Giunta Regionale: pronto uno schema di accordo

Una collaborazione istituzionale “più stretta”, per “garantire un’offerta culturale qualificata nel settore dell’audiovisivo” e “per sfruttare le potenzialità offerte dall’intervento di digitalizzazione delle sale cinematografiche lucane attuato con l’accordo di programma ‘Sensi Contemporanei'”: è quanto previsto in uno schema di protocollo approvato dalla giunta regionale della Basilicata, e che sarà firmato tra la Regione, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, il Mibact, la Fondazione Lucana Film Commission e i Comuni della Basilicata.

L’obiettivo del progetto, secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa della giunta regionale, è di “incentivare il potenziamento e la ristrutturazione di sale cinematografiche e dei centri culturali multifunzionali presenti nel territorio regionale, favorendo lo sviluppo del territorio e permettendo la veicolazione dell’offerta culturale mediante l’audiovisivo, anche attraverso organizzazioni di reti stabili di formazione, produzione e diffusione culturale”.

La riattivazione delle sale cinematografiche può infatti “contribuire ad esaltare il rapporto tra cinema e territorio, assegnando al cinema il ruolo di volano del territorio come mezzo di promozione della sua immagine”.

In particolare è prevista la definizione dei bandi comunali per la gestione delle sale cinematografiche, attività di formazione sulle competenze per la digitalizzazione e per la gestione delle sale, iniziative per favorire la distribuzione dei prodotti audiovisivi di registi lucani, o girati in Basilicata, e sostenuti con bandi regionali e della Fondazione Lucana Film Commission, e lo scambio di esperienze e buone pratiche nella gestione della sala cinematografica.

Share Button