Rapporto Ires Basilicata 2016: Regione in chiaroscuro, preoccupa il lavoro

Un quadro 2016 in chiaroscuro, a metà tra tendenza al miglioramento ed elementi da sanare, pena la mancanza di futuro. A definirlo è l’IRES Basilicata, associazione socio-politica collegata al sindacato CGIL, la quale ha raccolto numeri e tracciato grafici per una sommatoria di elementi che vanno dal moderato ottimismo alle forti criticità, sui temi del lavoro, della demografia e della sua economia più in generale che spazia dall’industria all’agricoltura e con tappa obbligata sul welfare. In sintesi, secondo il presidente Giovanni Casaletto, “la Basilicata è una regione che non demorde, ma che non morde”. In particolare, tra le pagine, emerge l’occupazione dipendente nel 2016 di poco aumentata dello 0,7% rispetto a quella indipendente che tocca +5%, mentre il lavoro a tempo parziale è al +13,7%, in controtendenza rispetto alle dato medio del resto nel sud.

In linea il vertice CGIL lucano, nel quale il segretario generale Summa ha ribadito la necessità di una visione politica più integrata con al centro il lavoro.

Share Button