Potenza, inaugurato nuovo anno giudiziario tributario 2017

Ultimi dati in linea con il panorama nazionale nonostante le carenze d’organico. E’ quanto emerso al Tribunale di Potenza con l’inaugurazione dell’Anno Giudiziario Tributario 2017. La quattordicesima della serie ma con un nuovo presidente di Commissione regionale, il dott. Antonio Luce, il quale ha reso nota l’attività giurisdizionale svolta dinanzi a istituzioni, forze dell’ordine e rappresentanti delle commissioni tributarie provinciali di Potenza e Matera.

Nel corso dell’ultimo anno, sono state tenute 99 udienze con definizione, nella maggior parte dei casi con sentenza, di circa 538 controversie. All’inizio del periodo – è precisato nella relazione – la pendenza era di 938 e al 30 giugno 2016 ne risultavano pendenti più di mille. Netto il miglioramento con il 45% di decisioni favorevoli all’ufficio ed il 41% al contribuente, quelle in rito del 14%. In particolare, a Potenza si sono tenute 93 udienze, definendo 913 ricorsi con pendenza diminuita da 1.673 a 1.441 ricorsi, ovvero 232 unità in meno. Anche a Matera, dove sono state definite 738 controversie, registrata una diminuzione, passata da 1.222 a 956 ricorsi.

Un lavoro, ha precisato Luce, portato avanti nonostante una diminuzione dell’organico di oltre il 50%. Carente anche il personale amministrativo, sottolineato dal presidente della Commissione Tributaria regionale, dipendente dal Ministero e da coprire con urgenza. Infine, da segnalare le poche cause iscritte negli anni precedenti al 2013, circa 100, nella quasi totalità, cause già decise ed in attesa di pubblicazione delle relative sentenze.

Share Button