Taranto, all’Universita “Inseguendo gli approdi di Taras”

Rilanciare e riscoprire i valori ambientali attraverso lo sport, le escursioni, le proposte culturali legate al mare. Sei scuole superiori di Taranto all’Universita’ con il workshop “Inseguendo gli approdi di Taras”. Protagonisti sono proprio gli studenti che guardano al futuro, avanzando spunti per creare un’economia alternativa alla grande Industria, a partire dalla risorsa del mare.

“I giovani sono il futuro e con loro stiamo cercando di dare più spazio possibile alla programmazione e progettazione del futuro – dichiara Giuseppe Mastronuzzi, dipartimento della Scienza della terra e Geoambientali – Università degli Studi di Bari -.
Noi dobbiamo essere delle guide, senza condizionarli ma suggerendo il percorso giusto. Ed è ciò che abbiamo fatto nelle scuole in questi mesi. Due anni fa i giovani furono gli spettatori, oggi sono gli attori di questa ricerca di Taranto per il futuro”.

Accanto all’università – e alle scuole Aristosseno, Battaglini, archita, Pitagora, Ferraris e Righi – il Panathlon club Taranto Magna Grecia. Il presidente Michele Contino: “E’ un’iniziativa che vuole valorizzare il nostro territorio e oggi, sempre di più, spinge i giovani a farlo. Il nostro patrimonio può offrire qualcosa di nuovo per l’occupazione. Oggi, voglio ringraziare Nico Tanzi che da anni veicola l’interesse non solo sulla città, ma su tutta la costa della provincia”.

Share Button