Università, CQV: “Regione preveda 5 milioni per Taranto”

Con 83mila firme Taranto chiese l’Università alle autorità. Era il 3 febbraio 1984. Una ricorrenza in occasione della quale il Comitato Qualità della Vita promuove, a 33 anni di distanza, da una parte, la trasformazione delle librerie in centri studio e, dall’altra auspica in migliori stati generali dell’Università e della ricerca per Taranto.

Parlando di università dell’area ionica, inoltre, la prospettiva di intervento sul sistema universitario diventa più ampia, allargandosi alle altre regioni dello Ionio: Basilicata e Calabria. Va bene rafforzare i rapporti. Ma “a una condizione – afferma il presidente del Comitato Carmine Carlucci – che dalle parole si passa ai fatti”. E qui si rivolge alla Regione Puglia: “Si prevedano nella legislatura almeno 5 milioni di euro per l’Universita di Taranto, intesa non più come costola di Bari: Taranto e’, e sia un unicum”.

Share Button