Istat. Migliorano stime delle famiglie per le condizioni di vita, ma non in Basilicata e Puglia

Per la prima volta dopo 5 anni, nel 2016, migliorano le stime relative al giudizio delle famiglie sulla soddisfazione per le condizioni di vita. Resta invariata, se non peggiorata invece la percezione tra gli individui e le famiglie pugliesi e lucane.

Rispetto al 2015, inoltre migliorano i dati campionari sulla percezione della situazione economica di famiglie e individui, mentre è stabile la soddisfazione per gli aspetti relazionali (famiglia e amici), la salute e il tempo libero. In lieve aumento anche la soddisfazione degli occupati per il lavoro.

La quota di persone di 14 anni e più soddisfatte della propria situazione economica aumenta dal 47,5% del 2015 al 50,5% del 2016.

Così come sempre nel 2016, aumenta anche la quota di famiglie che giudicano la propria situazione economica invariata (dal 52,3% del 2015 al 58,3%) o migliorata (dal 5,0% al 6,4%) e le proprie risorse economiche adeguate (dal 55,7% al 58,8%).

Ancora una volta però i dati di dettaglio evidenziano una situazione molto diversa rispetto al resto del Paese per le regioni meridionali. In particolare sofferenza quella lucana seguita dalla pugliese.

In generale valutano con un voto da 0 a 5 il livello di soddisfazione il 15.9 % dei pugliesi e il 19.2% dei lucani (contro una media italiana del 15%) mentre è sufficiente per il 43,7% dei pugliesi e il 45,4% dei lucani (media italiana 41.7)

Al di sotto della media del Paese (41.9%) la valutazione ottima, con un voto da 8 a 10 solo il 38.1% dei pugliesi e il 34.5% dei lucani.

Punto critico è la valutazione della situazione economica rispetto all’anno precedente e delle risorse economiche della famiglia negli ultimi 12 mesi.

Solo per il 5.9% dei lucani e il 4.8% dei pugliesi è un po’ migliorata rispetto al 2015. E’ restata invariata invece per il 56,7% dei lucani e per il 60,1% dei pugliesi. Dicono che rispetto al 2015 la situazione economica è un po’ peggiorata il 30,2% dei lucani e il 25.8% dei pugliesi. Molto peggiorata per il 6.6 % della popolazione lucana e per l’8.5% di quella pugliese.

(Media Italia – Molto, un po’ migliorata: 6.4; Invariata: 58.3; Un po’ peggiorata: 26.9; Molto peggiorata: 7.9)

Riguardo la valutazione delle risorse economiche della famiglia negli ultimi 12 mesi, solo lo 0.9 per cento di quelle lucane e lo 0.4% delle pugliesi dice che sono ottime. Affermano che sono adeguate il 51.1% delle famiglie lucane e il 57.5% di quelle pugliesi mentre sono scarse per il 40.6% delle famiglie lucane e per il 33.9% di quelle pugliesi. Insufficienti invece per il 6.8% delle lucane e per il 7.1% di quelle pugliesi. Anche in questo caso molto al di sotto della media Paese.

(Media Italia – Ottime: 1.2; Adeguate: 58.8; Scarse: 33.6; Insufficienti: 5.6)

Share Button