Sicurezza della Basentana. Latronico risponde a De Filippo: “interesse del Governo inadeguato”

“L’interesse del Governo per la messa in sicurezza della strada statale Basentana non è fino ad ora adeguato a risolvere in tempi e con risorse certe le problematica di sicurezza e di consolidamento di questa importante arteria”.

Così il deputato lucano Cosimo Latronico (Cor) nella replica alla risposta del Sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo (lucano ed ex governatore della Regione Basilicata), a due sue interrogazioni “sulla messa in sicurezza della strada statale 407 Basentana, un’arteria strategicamente importante per la Basilicata e l’intero Mezzogiorno, in quanto collega il Tirreno allo Ionio”.

Secondo quanto reso noto dallo stesso Latronico, De Filippo ha sottolineato che “l’Anas nell’ultimo triennio ha progettato lungo l’itinerario Basentana 33 interventi di manutenzione straordinaria, per un importo complessivo di circa 143 milioni di euro, di cui undici già ultimati per un totale di circa 23 milioni di euro, 12 in corso di esecuzione, per circa 106 milioni di euro, e dieci programmati in attesa di finanziamento per un totale di circa 14,5 milioni di euro”.

Per Latronico, “sono insufficienti i progetti esecutivi e le risorse messe a disposizione per intervenire in maniera organica da Sicignano a Metaponto, iniziando dalla realizzazione di uno sparti traffico che crei maggiori condizioni di sicurezza nel tratto da Calciano a Metaponto. Troppi programmi indicano un fabbisogno finanziario di 300 milioni di euro per l’esecuzione degli interventi, lo stesso ‘patto per il Sud’ programma interventi per 100 milioni da finanziare con i fondi dello sviluppo e della coesione. Se non si passa alla progettazione esecutiva ed all’impegno effettivo delle risorse – ha concluso il parlamentare lucano – continueremo ad assistere ad interventi emergenziali senza una programmazione ed un cronoprogramma affidabile”.

Share Button