Educazione finanziaria. Studenti lucani indietro rispetto al resto d’Italia

La legge nazionale 107 del 2015, inserisce l’economia tra le competenze di cittadinanza. A livello europeo, l’Italia sconta un notevole ritardo nella formazione rispetto alla capacità di saper leggere e districare su concetti come risparmio, guadagno e pagamento piuttosto che mutuo, tasso e spread.

Basilicata Educazione finanziariaL’argomento è stato protagonista di un incontro tenutosi a Potenza e rivolto agli insegnanti e dirigenti scolastici. A promuoverlo è stata la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, la quale ha sottoscritto un protocollo d’intesa con Regione e Ufficio Scolastico della Basilicata.

Stando agli ultimi risultati OCSE PISA del 2012, proprio gli studenti lucani hanno ottenuto un punteggio significativamente inferiore di 20 punti rispetto alla media nazionale. Il divario riguarda l’educazione finanziaria, in particolare, le competenze più elevate. La necessità, è emerso, sarà di creare una rete affidabile tra pubblico e privato. Unica strada, oltre la scuola, per cambiar passo.

Share Button