In Basilicata una delegazione di imprenditori cinesi

Il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Franco Mollica, ha ricevuto stamani a Potenza un delegazione di imprenditori cinesi, nell’ambito – secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa dell’assemblea – del Piano di azione della collaborazione sanitaria tra il ministero italiano della Salute e la Commissione nazionale per la Salute e la Pianificazione familiare della Repubblica popolare cinese.

All’incontro erano presenti il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo (Pd), il vicepresidente nazionale della Confartigianato, Rosa Gentile, il presidente del Comitato promotore della cooperazione medica in Italia, Vito Perrone, e il consigliere regionale lucano Carmine Miranda Castelgrande (Pd).

L’imprenditore cinese Liansong Zheng ha “manifestato l’intenzione di attuare in Basilicata scambi sulle tecnologie sanitarie e sulla ricerca medica congiunta per la commercializzazione di farmaci e successivamente la produzione degli stessi”.

Delegazione cinese in visita a PotenzaMollica e Castelgrande hanno quindi “assicurato il proprio impegno e la propria disponibilità nel seguire l’evolvere delle fasi di attuazione del memorandum: un’ottima iniziativa – hanno aggiunto – che tra l’altro potrebbe permettere di utilizzare in futuro i siti industriali in regione attualmente dismessi, al fine di poter realizzare la riconversione degli stessi”. Gentile ha invece evidenziato “l’efficacia delle sinergie tra istituzioni e mondo dell’imprenditoria: mettere in collegamento conoscenze e quindi ricerca e competenze diventa il modo più giusto per stimolare nuovi progetti imprenditoriali e offrire opportunità di lavoro ai nostri giovani”.

Dopo l’incontro in Consiglio Regionale la visita della missione cinese è proseguita a Potenza all’Ospedale San Carlo e a Matera al Centro Radiologico Madonna della Bruna dove si sono svolti incontri con personale amministrativo e sanitario e manager.

La vice presidente nazionale di Confartigianato (con delega al Mezzogiorno) Rosa Gentile ha sottolineato che l’iniziativa fa seguito alla firma del protocollo di cooperazione in sanità che il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha firmato a gennaio scorso a con la sua omologa cine Li Bin .

“Una cooperazione che” ha aggiunto la Gentile “si inserisce nel nuovo corso del sistema sanitario cinese e che vede il modello italiano pubblico e privato come esempio di qualità”.

Share Button