Confartigianato, al 2020 fabbisogno di circa 267mila artigiani specializzati

Matera – L’Unioncamere prevede per il 2020 un fabbisogno di 266.600 artigiani specializzati di cui almeno il 40% al Sud. Unioncamere, sottolineano dalla Confartigianato, calcola il fabbisogno in 98.700 artigiani specializzati in edilizia, 93.700 nell’industria elettrica-elettronica, 74.200 in altre specializzazioni. Ci sono poi altri settori, quali benessere e cura della persona, servizi e agroalimentare che coinvolgono figure professionali di artigiani anch’essi da formare per altre decine di migliaia di unità. Per l’Ufficio studi di Confartigianato inoltre, in Basilicata il 21% di microimprese saranno interessate dal passaggio generazionale entro il 2017 (cioè 1.065 realtà). Un dato che colloca la regione al terzo posto nella graduatoria regionale. Il passaggio generazionale è caratterizzato soprattutto da trasmissione di competenze, capitale umano e know how, valori fondamentali nel settore artigiano e della microimpresa ed è accompagnato da nuove opportunità di crescita per la struttura imprenditoriale. Questi numeri importanti – concludono da Confartigianato – evidenziano la necessità di porre in essere azioni di accompagnamento ed assistenza nella prossima programmazione europea gestita dalla Regione Basilicata come da tutte le altre del Sud dove è più alto il rischio di disperdere un grande patrimonio di professionalità ed è perciò più importante aiutare le giovani generazione a subentrare nell’impresa esistente e contestualmente ad investire nell’innovazione.

Share Button