Agricoltura in Basilicata: più di 80 milioni di euro per i bandi PSR dedicati al biologico

Sono tre i bandi in scadenza del Psr Basilicata 2014-2020, “per i quali le domande di aiuto vanno inoltrate entro il 15 giugno prossimo, tra cui la misura relativa al biologico”.

Lo ha annunciato, attraverso l’ufficio stampa della giunta regionale, l’assessore regionale all’agricoltura, Luca Braia. Il fondo di 87,3 milioni di euro “per l’introduzione o il mantenimento dell’agricoltura biologica” rappresenta, secondo Braia, “un investimento importante e per noi prioritario in un comparto in cui le percentuali di crescita superano il 19% sui temi legati al sostegno delle produzioni di qualità e della sostenibilità ambientale, per migliorare la salute dei suoli e il rispetto dell’ambiente”.

Luca Braia - assessore Regione Basilicata Agricoltura

Luca Braia – assessore Regione Basilicata Agricoltura

Nel primo pacchetto di bandi, inoltre, 1,5 milioni di euro sono destinati agli allevatori “custodi della biodiversità per salvaguardare le razze caprine, ovine, suine, equine in via di estinzione sul territorio lucano”, e 5,6 milioni di euro per “l’indennità compensativa agli agricoltori delle aree svantaggiate di montagna” che “potrà coprire i costi aggiuntivi e il mancato guadagno dovuti ai vincoli cui è soggetta la produzione agricola nelle zone interessate ed evitare lo spopolamento dei nostri territori rurali”.

I tre bandi, quindi, “sono le prime opportunità – ha concluso l’assessore regionale – già messe in campo attraverso la nuova programmazione che l’agricoltura lucana non può perdere, nella consapevolezza che non potranno determinarsi proroghe”. (ANSA)

Share Button