Puglia seconda tra le regioni italiane con quattro località a “cinque vele”

 Presentata da Legambiente Puglia e da Touring Club la nuova guida blu 2016: il mare più bello.

In Puglia, i territori che hanno scommesso su nuove forme di turismo e che oggi ne stanno raccogliendo i frutti sono Castro, new entry rispetto all’anno precedente, Melendugno, Otranto e Polignano a Mare, che svettano rispettivamente al 17esimo, al 13esimo, al decimo e all’undicesimo posto nella classifica nazionale.

(di Nicole Cascione) – La guida blu 2016 racconta oltre 300 città costiere, individuate sulla base di alcuni criteri specifici, legati alla qualità ambientale e alla buona gestione del territorio. Ad Otranto è stato completato il recupero del Faro di Palascìa, che è diventato tappa principale di percorsi di trekking, snorkeling e cicloturismo. A Polignano, invece, per i soggetti diversamente abili è stata realizzata una pedana apposita sulla scogliera di San Vito con carrozzina da spiaggia. Ed ancora, a Melendugno grande attenzione è stata rivolta al recupero totale del villaggio di Roca Nuova e dei centri storici. Infine, a Castro il Comune si è occupato dell’efficientamento energetico di edifici pubblici, realizzando un impianto geotermico, oltre alla casa dell’acqua. Si tratta di Comuni che oltre alla bellezza del proprio mare e delle proprie coste, hanno quindi dato grande importanza alla riqualificazione del proprio centro storico, diventando così Comuni in grado di offrire un’offerta turistica variegata.

Share Button