Ilva. Audito in Senato il consorzio Arcelor Mittal: modifiche al piano AIA poi tornare a produrre

Si è svolta questa mattina un’audizione della Commissione Industria, commercio e turismo in Senato. Al centro dell’incontro che rappresenta il seguito dell’indagine conoscitiva sul Gruppo Ilva nel quadro della siderurgia e dell’industria italiana l’audizione di rappresentanti del consorzio Arcelor Mittal

“Presenteremo una proposta molto dettagliata su come secondo noi va cambiata l’Aia perché Ilva sia in grado di ottemperare ai requisiti” richiesti da standard europei “ma essere anche un investimento attrattivo per noi”. Arcelor Mittal

Ha detto il rappresentante Ondra Otradovec in audizione in commissione industria al Senato. “Abbiamo un piano ambientale” ha aggiunto il top manager del colosso mondiale dell’acciaio in corsa per l’acquisizione dell’Ilva “Era pronto un anno fa e non è cambiato. Sappiamo come fare di Ilva uno degli impianti più rispettosi dell’ambiente in Europa, Ilva però deve lavorare e tornare a produrre al più presto” ha aggiunto promettendo di voler migliorare “drasticamente la compatibilità ambientale dell’Ilva. In questo” ha poi ammesso “c’e’ un ritardo e sappiamo che dovremo aumentare la spesa per investimenti nei prossimi anni per migliorare la sicurezza, salute e capacità operativa degli impianti”.

Ondra Otradovec (al centro in foto) - manager di Arcelor Mittal

Ondra Otradovec (al centro in foto) – manager di Arcelor Mittal

L’impianto tarantino secondo i rappresentanti di Arcelor Mittal sta perdendo 400 milioni di euro l’anno in termine di margine operativo lordo. “Il nostro obiettivo è far rendere impianto. Ci vorranno 3 anni per raggiungere il punto di pareggio” ha poi aggiunto Ondra Otradovec rispondendo ai senatori della Commissione Industria.

Parlando ancora del rilancio del gruppo, il manager ha ribadito che il consorzio insieme al gruppo Marcegaglia rappresenta la soluzione ideale per il risanamento e il rilancio del gruppo Ilva.

“Siamo però anche aperti alla partecipazione di altri soggetti soprattutto di Cassa Depositi Prestiti se Cdp lo vuole. Ilva ha un grosso potenziale. Pensiamo di mantenere il livello occupazionale in linea con le migliori pratiche industriali. Pensiamo quindi, in una prima fase, di aumentare la produzione di Ilva fino a 6 milioni di tonnellate” con i tre altoforni attualmente in uso.

Share Button