Da Policoro Coldiretti lancia lo “street food” genuinamente legato al territorio

Ha preso il via ieri pomeriggio a Policoro con il convegno “Cibosofia , la cultura alimentare secondo Coldiretti”, la prima edizione del “Lucania Street Food Festival”. Una tavola rotonda che ha visto la partecipazione di amministratori locali, regionali, dirigenti dell’associazione agricola e degli organizzatori della stessa manifestazione nata con l’obiettivo di promuovere lo street food realizzato con prodotti di eccellenza lucana e che andrà avanti fino a domani.

“Con ‘Campagna amica’ vogliamo dire ai consumatori che i produttori e le imprese agricole della Basilicata riescono a fare anche lo street food” ha evidenziato Francesco Manzari, direttore di Coldiretti Basilicata “che è diverso, più genuino, più legato al territorio e alle tipicità”.

Per l’occasione a Policoro Coldiretti ha allestito il villaggio “Campagna Amica” dove numerose aziende lucane venderanno i loro prodotti e li faranno degustare in un modo nuovo: in stile street food.

INIZIATIVA POLICORO 3“A Policoro rilanciamo anche una figura nuova nella società e nella ristorazione, rappresentata dall’agrichef” ha spiegato Piergiorgio Quarto, presidente di Coldiretti Basilicata “si tratta di cuochi che attraverso dei cooking show con i prodotti offerti dalle imprese agricole accreditate a ‘Campagna amica’ prepareranno per i tanti visitatori dei piatti legati al territorio”.

L’evento di Policoro è anche l’occasione per Coldiretti per presentare un nuovo modello di agricoltura. “Vogliamo dare fiducia alle imprese agricole e portare avanti con le istituzioni una lotta che Coldiretti sta conducendo da tempo” ha continuato Quarto “ossia fare un’operazione di confisca di quelle che sono oggi le regole delle filiere agricole, che sono regole non precise, per arrivare sempre di più ad una tracciabilità che porta in sé l’origine delle produzioni e la sicurezza alimentare, un concetto molto difeso dalla Coldiretti e dagli stessi consumatori”.

Nel corso del convegno Coldiretti ha chiesto una serie di impegni finalizzati alla promozione e alla tutela delle produzioni locali. “In particolare al sindaco di Policoro, Rocco Leone, abbiamo chiesto che la ristorazione nelle mense scolastiche avvenga con prodotti a chilometri zero, e all’assessore regionale all’agricoltura, Luca Braia, l’apertura dei villaggi turistici a conoscenze e tipicità del territorio”.

Share Button