Taranto e gli 864 milioni del Cis, oggi il convegno Cisl

image864 milioni di euro per Taranto. “La mia impressione – afferma l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone – è che i cittadini, le associazioni, ancora non abbiamo realizzato la cifra”.

390 milioni andranno al sistema portuale, 105 alle bonifiche, 207 al completamento del ospedale San Cataldo, 99 per il quartiere tamburi e la città vecchia, 37 all’arsenale e 24 per le altre infrastrutture locali. Questo lo stanziamento previsto nel CIS (Contratto istituzionale di sviluppo).

Di pochi giorni fa il tavolo con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti. Incontro nel quale ha assicurato che a primavera inizieranno gli interventi per Taranto, previo summit riepilogativo a Roma, con la delegazione tecnica nominata ad hoc per seguire i procedimenti del caso.

“Il finanziamento ingente e’ segno dell’attenzione per Taranto da parte del Governo – ha proseguito la Capone – attenzione che arriva anche dalla Regione: l’Ilva e’ la più grande industria che abbiamo e  che maggiormente incide sull’export regionale”.

Il convegno odierno è stato voluto dalla Cisl, rammaricata del mancato invito dei sindacati al tavolo con De Vincenti. Presente il segretario nazionale Cisl Luigi Sbarra, oltre ai rappresentati locali. Hanno preso parte alla discussione, tra gli altri, il sostituto di Vera Corbelli, commissario alle bonifiche; Sergio Prete, autorità portuale Taranto; Ippazio  Stefano, sindaco della città dei due mari.

Share Button