Ristorazione, lieve aumento di clienti in Basilicata

ristorantiNonostante un piccolo calo dell’offerta, tre le attività di ristorazione in meno nel terzo trimestre 2015 rispetto a quelle del terzo trimestre 2014, in Basilicata si registra un sia pur lento ritorno dei clienti a tavola. A segnalare il dato è la Fipe-CONFCOMMERCIO nel suo ultimo rapporto Ristorazione, dal quale si evince una interruzione a livello nazionale della dinamica di contrazione iniziata nel 2008 confermando che il fuori casa è un universo economico e sociale sempre più importante. “L’importanza della ristorazione per il turismo lucano – ha affermato Michele Tropiano, presidente Federalberghi – è dimostrata dall’alto gradimento per i nostri piatti grazie all’impegno dell’Unione Cuochi lucani, alla passione di tanti giovani professionisti. La cucina lucana e mediterranea è la più apprezzata e la più imitata al mondo e per i turisti stranieri è uno dei principali motivi di viaggio, addirittura il primo per ritornarci. Più cauto Fausto De Mare, presidente Confcommercio Potenza, che osserva il fenomeno soffermandosi non sui turisti ma sui residenti “Come emerge dal rapporto Confcommercio-Censis – dice – esistono due Italie: una che riparte, nella quale le famiglie tornano a spendere. L’altra è, invece, quella che ancora non ha toccato con mano la ripresa, che non riesce a coprire tutte le spese con il proprio reddito e che adotta ancora comportamenti di consumo orientati alla prudenza e al risparmio. Ecco perché il Governo – conclude De Mare – deve usare finalmente le forbici per tagliare, con più coraggio e determinazione, la spesa pubblica improduttiva e liberare così le risorse necessarie per una riduzione generalizzata delle aliquote Irpef.

Share Button