Vertenza La Ronda, sindacati in Regione Basilicata: “Chiediamo impegno del governatore Pittella”

La Ronda Vito MarsicoPOTENZA – Ad appena un mese di distanza dall’offerta per fitto di ramo d’azienda avanzata dalle società BBS e COSMOPOL spa, fervono le trattative tra sindacati e parti interessate per risolvere la vertenza dei 300 dipendenti de La Ronda.

Stamane, una sostanziosa rappresentanza dell’istituto di vigilanza potentino ha manifestato dinanzi la sede della Regione, mentre all’interno si è svolto un tavolo tra le sigle sindacali di categoria Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil e Vito Marsico, Direttore Generale del Dipartimento alla presidenza.

Ad emergere è stato il disinteresse, secondo lavoratori e sindacati, in cui la Regione Basilicata è chiamata ad un ruolo cardine. “Le offerte delle aziende sono improponibili” – hanno dichiarato nel corso dell’incontro – con riferimento ad una clausola imposta, in cui viene richiesta una liberatoria. Tale passaggio, infatti, eliminerebbe il TFR maturato nelle annate attraverso la Ronda, condizione imprescindibile e su cui si giocano le prossime azioni. Ad ore è attesa la convocazione di un ennesimo incontro, con finalità di approfondire i termini avanzati.

Share Button