Expo 2015. Come attrarre economie sui territori?

Still0219_00000Anche Confidustria Basilicata si prepara al grande appuntamento di Expo, l’esposizione universale che Milano ospiterà dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 e che prevede numeri e flussi davvero importanti. Si stimano circa 22 milioni di visitatori. Come fare dunque ad irradiare la forza e le economie generate da Expo sui territori? Di questo si è parlato ieri presso la sede di Confindustria, nel corso di un incontro, organizzato dall’associazione datoriale, con l’obiettivo di sensibilizzare gli imprenditori lucani e renderli partecipi di quanto si sta facendo in vista dell’esposizione.

“Bisogna fare poche cose ma di impatto” ha suggerito Giuseppe Oriana di Confindustria nazionale, cercando di presentare iniziative che abbiano una diretta connessione con quanto si fa e si farà nei territori di appartenenza. In sintesi, bisognerà dare ai visitatori, ai turisti e curiosi un motivo valido perchè si spostino sul territorio.

“La Basilicata – ha spiegato Patrizia Minardi, Ufficio sistemi turistici della Basilicata – sarà presente con un suo spazio espositivo, di circa 200 metri quadrati, nel periodo dall’8 maggio al 23 maggio prossimi”. “Solo l’esserci – ha aggiunto il Giovanni Oliva, direttore generale del Dipartimento regionale agricoltura – costa 800 mila euro. Ci sono poi – ha proseguito Oliva – alcuni asset importanti sui quali stiamo lavorando, come l’acqua e le produzioni di qualità.” Insomma, tante idee sul tavolo e tanto da fare nei prossimi mesi. Intanto, quello di ieri è solo il primo di una serie di appuntamenti pensati per individuare una strategia comune che faccia di Expo una reale occasione di crescita e valorizzazione della regione.

Share Button