Bradanica, non rinnovati 20 contratti di lavoro: oggi protesta sul cantiere del lotto materano

bradanicaMatera – Ritornano le criticita’ per il completamento della Strada Statale 655 Bradanica. 20 dei 60 lavoratori impiegati sul lotto “La martella Matera” sono in protesta da questa mattina perche’ il loro contratto non e’ stato rinnovato. Accanto al problema occupazionale emerge anche il danno ad una collettività che, da anni, aspetta una piu’ agevole arteria di collegamento per due dei piu’ importanti centri della regione: Matera capitale europea della cultura 2019 e Melfi con l’area Sata Fca in espansione. “Mercoledì scorso – ha detto Gianfranco De Palo – Responsabile del settore edile Feneal Uil Matera – abbiamo incontrato la Aleandri, la ditta che attualmente porta avanti il progetto – l’azienda si è detta non più nelle possibilità di anticipare soldi e conseguentemente, giocoforza, obbligata a doveva rinunciare ad una forza lavoro pari a 20 persone. “Prevalentemente, invece, di natura burocratica – ha replicato il Segretario Fillea Cgil Matera, Fernando Mega – sono i motivi a capo di questa vicenda. Se fosse solo una questione finanziaria, il fatto sarebbe ancora più grave in quanto i soldi ci sono e sono stati appositamente destinati a tale scopo. A questo punto Regione Basilicata, Anas, impresa ed il Comune di Matera che ha interesse ad un’opera così strategica, ci spiegassero bene come ciò possa accadere”. “L’opera è completata al 50% – ha concluso il Segretario Filca Cisl di Matera, Franco Pantone – sarebbe necessario ancora un anno e mezzo di lavoro per ultimare il tutto. Vogliamo capire le responsabilità da che parte stanno”. Richiesto, a tal fine, dai sindacati un incontro chiarificatore in Prefettura con l’Anas e l’azienda Aleandri.

Share Button