Il 2015 in Basilicata sarà targato Sata. Fiducia e ottimismo per lo stabilimento lucano.

FIATA dare il buon anno alla Basilicata è lo stabilimento Fiat di Melfi, che con la produzione di due nuovi modelli, la Jeep Renagade e la 500X, metto un punto agli ultimi due anni segnati dall’incertezza. Il 2015 si apre dunque all’insegna dell’ottimismo per gli oltre 5000 lavoratori della Sata e per l’intero indotto lucano dell’automotive.

Il segretario generale dell’Ugl Basilicata, Giovanni Tancredi e il segretario regionale della federazione metalmeccanici, Giuseppe Giordano, in una nota congiunta, hanno espresso “l’auspicio che, con la crescita della produzione nel sito Fiat di San Nicola di Melfi (Potenza), nel corso dell’anno ci sia il rientro di tutti i lavoratori in Cig”. Si lavora e si lavorerà a Melfi. In una Basilicata alle prese con dati allarmanti sull’occupazione la Sata si conferma fondamentale e trainante. Non solo per i lucani. Secondo il neo segretario generale della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista, “Melfi si sta confermando lo stabilimento di punta del gruppo”. D’altronde, la stessa Fiat sulle note della canzone di Lucio Dalla per augurare buon anno agli italiani, ha scelto  gli operai della Sata, lo stabilimento costruito nel ’91 e ancora oggi tra i più avanzati d’Europa.

Non c’è dubbio. Il nuovo anno porterà una trasformazione. “Tutti quanti la stiamo già aspettando”.

Share Button