Sindacato USB consegna proposta di legge su lavoratori ex LSU ATA

Presidio USB Regione BasilicataPOTENZA – In concomitanza delle manifestazioni e presidi in 20 città italiane, i lavoratori ex LSU ATA, forestali ed LSU interessati e l’Unione Sindacale di Base sono giunti stamane presso la Regione Basilicata per consegnare al Presidente del Consiglio Piero Lacorazza una proposta di legge da sottoporre all’ente quale riconoscimento di un reddito sociale minimo.

Il documento, già presentato alcuni anni fa come legge di iniziativa popolare, punta a vincolare la Regione Basilicata nel ricorrere alla Corte Costituzionale contro l’art. 38 del decreto Sblocca Italia. Inoltre, invoglia a fissare i requisiti minimi di accesso alle agevolazioni, come tetto minimo e massimo, così da garantire forme di reddito a quella fetta in crescita di senza lavoro. “Si tratta di un atto dovuto atteso da mesi – ha spiegato Rosalba Guglielmi, Coordinatrice regionale USB Basilicata – per restituire dignità ai lavoratori e loro famiglie, ben 1.600.000 a livello nazionale e con numeri sconfortanti in regione.” L’azione sindacale, punterà anche ad intavolare iniziative di rilancio per una politica industriale che sostenga lo sviluppo tecnologico e scientifico, nonché a fermare le privatizzazioni e reinternalizzare i lavoratori ed i servizi in modo da evitare le gare d’appalto esterne sempre più al ribasso.

Share Button