CGIL: la Regione non eroga risorse al Comune di Potenza. Bloccati pagamenti a società di servizi e cooperative

Il Comune di Potenza

Il Comune di Potenzac

POTENZA – I segretari della Funzione Pubblica Cgil Potenza Michele Sannazzaro e della Filcams Cgil Pasquale Paolino denunciano “la gravissima situazione venutasi a creare a causa della Regione Basilicata, che non ha ancora erogato le risorse stanziate per il Comune di Potenza dalla Legge di stabilità approvata dal massimo ente regionale, bloccando, tra le altre cose, i pagamenti alle società di servizi e alle cooperative che operano con il comune capoluogo di regione, che da mesi aspettano il mandato per il saldo delle fatture e scaricano le difficoltà economiche sui lavoratori che si vedono, in questo modo, negare il diritto a ricevere il proprio salario”.

“L’ufficio regionale che avrebbe dovuto predisporre la determina” è scritto nella nota sindacale “ha prima latitato per giorni, poi non ha proceduto ad inviare il mandato in banca perché, sembrerebbe, fosse fuori sede chi avrebbe dovuto firmare. E’ inaccettabile che, per superficialità e poca sensibilità, provvedimenti di questa portata, approvati velocemente dal consiglio regionale, vengano vanificati da tali comportamenti”.

“Le cooperative e le società di servizi, di contro” concludono le sigle della CGIL potentina “devono essere in grado di anticipare autonomamente alcune mensilità, anche in considerazione del fatto che, in un momento di difficoltà anche per gli enti locali a causa dei ripetuti tagli operati dal governo nazionale e dai blocchi imposti dal patto di stabilità, non possono essere solo i lavoratori ad essere l’unica garanzia per il mantenimento dei servizi”.

Share Button