Con “Mirabilia” le Camere di Commercio mettono in rete 10 siti Unesco italiani

Presentazione Mirabilia a Roma

Presentazione Mirabilia a Roma

ROMA – Selezionato al premio European Enterprise Promotion Awards 2014, il progetto Mirabilia delle Camere di commercio, rappresenterà l’Italia in Europa.

La comunicazione ufficiale è arrivata dal MISE dopo che nella giornata del 5 maggio la Giuria Nazionale ha valutato le proposte progettuali candidate in base ai criteri definiti dalla Commissione Europea. Due le proposte selezionate a livello nazionale, tra cui Mirabilia, al quale è stata attribuita la massima valutazione (punteggio 100/100).

L’ambito geografico del concorso copre i 28 Stati membri dell’Unione europea e i Paesi associati al programma per l’innovazione e la competitività (CIP) quali l’Islanda, la Norvegia, la Serbia e la Turchia.

Obiettivo del premio è quello di individuare e riconoscere azioni e iniziative di successo adottate per promuovere l’impresa e l’imprenditorialità, dare visibilità alle migliori politiche e prassi imprenditoriali e condividerle, sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica sul ruolo degli imprenditori nella società, incoraggiare e ispirare potenziali imprenditori.

I Premi europei per la promozione d’impresa hanno come obiettivo quello di offrire un riconoscimento alle politiche che promuovono l’imprenditorialità a livello locale, regionale e nazionale.

Per tale motivo i premi sono aperti a tutte le autorità pubbliche coinvolte nel policy-making. Grande la soddisfazione di tutti i partner che costituiscono il network camerale per il prestigioso riconoscimento ricevuto da Mirabilia a livello nazionale che ha, a questo punto, ottime possibilità di concorrere alle premialità europee.

Dai Sassi di Matera ai palazzi dei Rolli di Genova, dalle Dolomiti alle Cinque Terre, dalle ville palladiane ai siti francescani di Assisi alla Basilica Patriarcale di Aquileia, dai trulli della Murgia all’orto botanico di Padova, dalle isole Eolie alla costiera amalfitana: sono queste le 10 meraviglie italiane, patrimonio materiale Unesco, inserite quest’anno dalle rispettive Camere di Commercio nel progetto “Mirabilia”, presentato oggi presso la sede dell’ENIT, fondamentale partner istituzionale, dal direttore generale dell’ENIT Andrea Babbi e dai presidenti delle Camere di Commercio di Brindisi, Genova, La Spezia, Matera, Messina, Padova, Perugia, Salerno, Udine e Vicenza.

Il progetto prende il nome dai “Mirabilia Urbis Romae”, le guide pratiche scritte dai viaggiatori che nell’antichità guidavano i pellegrini verso la città eterna raccontando loro storie di popoli, persone e località incontrati lungo il percorso. Motori dell’iniziativa sono dieci Camere di Commercio (Brindisi, Genova, La Spezia, Matera, Messina, Padova, Perugia, Salerno, Udine e Vicenza) che hanno sul proprio territorio almeno un sito riconosciuto come patrimonio Unesco (in Italia sono in tutto 49) e vogliono inserirsi nel circuito delle destinazioni emergenti.

“Mirabilia” è nato nel 2012, su iniziativa della Camera di Commercio Matera, tuttora capofila, con cinque Camere pilota, salite a nove nel 2013 e ora, con le new entries di Padova e Messina, a dieci. L’obiettivo è quello di valorizzare i territori e le loro peculiarità culturali ed enogastronomiche, la creazione di strumenti di promozione e network di imprese, per la definizione di prodotti turistici integrati rivolti ad un pubblico mondiale.

Il progetto prevede diversi momenti di promozione sui mercati esteri e un evento di portata internazionale in Italia a novembre, durante il quale si realizzano incontri business to business fra l’offerta delle 10 destinazioni e la domanda dei grandi buyer turistici internazionali, selezionati da TTG Italia. Dopo gli appuntamenti di Lerici (2012) e Matera (2013) la Borsa si svolgerà quest’anno a Perugia, provincia che vanta ben due siti Unesco: la Basilica di San Francesco d’Assisi e gli altri siti francescani e i Longobardi in Italia. Le tappe del tour promozionale di quest’anno sono invece Giappone, Russia e Regno Unito.

“Il progetto Mirabilia” – dichiara il Presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli – “é un progetto di rete che vuole valorizzare destinazioni accomunate da un patrimonio artistico e culturale di altissimo livello. Allo stesso tempo é la prova concreta di come la motivazione abbia affiancato se non sostituito la destinazione: promuovere il turismo é un esercizio complesso, richiede competenze specifiche e un sistema di governance strutturato ed efficace. Lasciarla alle Regioni o riportarla al centro é un falso problema che la concretezza di progetti come questo rende inutile e anacronistico, semplice occasione di dibattito politico.”

Mirabilia è un chiaro ed inequivocabile esempio di come fare sistema attraverso la rete delle camere di commercio, utilizzando e ottimizzando risorse umane e finanziarie per valorizzare in concreto il patrimonio culturale creando allo stesso tempo reddito e occupazione per i territori interessati. Si punta sulla qualità e sull’organizzazione garantita dal sistema camerale per essere concorrenziali e in grado di proporsi degnamente anche, e soprattutto, in occasione di grandi eventi quali EXPO 2015.

Expo 2015 non solo sarà vetrina privilegiata di grande visibilità internazionale ma, piuttosto, banco di prova per sperimentare l’efficacia delle diverse esperienze maturate dal sistema camerale nel corso di questi anni, basate sull’implementazione di un sistema efficace ed innovativo di progetti complementari e integrabili tra di loro che abbiano come comune obiettivo la valorizzazione del patrimonio storico culturale ed enogastronomico nazionale in grado di assicurare ulteriori opportunità per le imprese e di avviare concrete forme di sviluppo economico dei territori.

Mirabilia, rete di patrimoni materiali Unesco, Dieta Mediterranea progetto della rete camerale per la valorizzazione del patrimonio immateriale Unesco, e altre progettualità implementate costituiscono un “unicum” progettuale integrato.

Nella strategia corale di rete di promozione e comunicazione, guidata dalla Camera di Genova grazie all’azienda World Trade Center Genoa e alla sua esperienza nel campo dell’internazionalizzazione delle imprese, è previsto da quest’anno un ampio utilizzo dei social media, con l’apporto di un gruppo di comunicatori formati per l’occasione dalla Camera di Commercio di Brindisi.

Share Button