Tursi. Prosegue il progetto “A Bridge For Life” la cooperativa dei “camminatori”

exodusTURSI – Il 21 gennaio scorso si è conclusa con successo la prima fase di vita di “A Bridge for Life”, il progetto della Fondazione Exodus Onlus – sede di Tursi (MT), che prevedeva la costituzione di un’attività per la produzione di borse in TNT (tessuto non tessuto), finanziato dall’UniCredit Foundation all’interno del Bando Nazionale” UniCredit Carta E “Strategie di Coesione Sociale per i Giovani”.

“La seconda fase comincia ora. Ed è’ una sfida nella sfida – afferma Piera Vitelli, Responsabile Exodus di Tursi –. Grazie all’entusiasmo dei ragazzi e ai contatti che in questi mesi sono stati attivati sul territorio e non solo, non potevamo interrompere il progetto”.

“A Bridge for Life” ha coinvolto 11 ragazzi, che da marzo a luglio 2013 hanno frequentato un corso di formazione in sartoria e serigrafia, tenuto da professionisti che hanno offerto gratuitamente il proprio tempo e competenza (una sarta specializzata, un serigrafo, un esperto di sicurezza e uno di marketing).

Al termine del corso 6 di loro, in particolare, sono stati assunti con contratto a progetto e stanno ancora lavorando nella Cooperativa “I Camminatori di Exodus”, la nascente cooperativa della sede Exodus di Tursi.

Al momento il laboratorio è riuscito a costruire un piccolo portfolio clienti, a livello locale e nazionale, grazie anche ad un’offerta variegata di prodotti che vanno dalla produzione di shopper alle bomboniere, dalla stampa su magliette e cappellini alla stampa e produzione di sacche sportive.

“Contiamo di aumentare il numero di richieste – continua Piera Vitelli, Responsabile Exodus di Tursi – e confidiamo di trovare nuove risorse economiche per continuare a offrire questa opportunità ai ragazzi.”

Share Button