Csi, Confindustria e Confapi a confronto: chiarite incomprensioni su gestione aree industriali

CSI MateraMATERA – Riparte il dialogo tra il Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Matera e le associazioni di categoria del mondo dell’impresa.

Nel corso di un incontro, che si è svolto nella mattinata di oggi nella sede del Csi, è stato fatto il punto sullo stato di attuazione dei lavori di potenziamento e di manutenzione delle infrastrutture nelle aree industriali del Materano.

Si è trattato di un vero e proprio confronto di merito anche sulle questioni legate alla gestione dei servizi nelle zone di insediamento produttivo che alla fine ha prodotto una sostanziale sintonia sul percorso da intraprendere: massima collaborazione e periodici incontri di aggiornamento sullo stato di avanzamento delle opere, una strategia comune per la rivitalizzazione delle aree industriali e la stesura (da parte del Csi) di un cronoprogramma aggiornato da inviare alle associazioni di rappresentanza degli imprenditori per controllare che gli impegni, presi dai soggetti interessati, vengano mantenuti.

Alla riunione hanno preso parte il videpresidente e il direttore di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso e Giuseppe Carriero, il presidente, il vicepresidente e il direttore di Confapi, Enzo Acito, Massimo De Salvo e Pasquale Latorre, il commissario e il direttore generale del Csi, Gaetano Santarsìa e Rocco Dichio, oltre ai componenti del direttivo del Confapi e a tecnici del Consorzio.

“E’ stato un confronto molto proficuo – ha detto al termine della riunione il commissario del Csi, Gaetano Santarsìa -. Il Consorzio sta lavorando molto per venire incontro alle esigenze delle imprese. Entro Natale sarà completamente ripristinata l’illuminazione nella zona industriale di Jesce, mentre a La Martella abbiamo predisposto un progetto di riqualificazione complessiva della rete che comprende anche il rifacimento delle aiuole. Per il gas metano a La Martella aspettiamo che la Snam ci dia l’ok per l’allacciamento e per la banda larga e il servizio di videosorveglianza in entrambe le aree materane i lavori partiranno ad anno nuovo e si concluderanno entro gennaio 2014. In Valbasento sono in scadenza i bandi per la metanizzazione e per la gestione dell’aviosuperficie e abbiamo ultimato le opere per la pubblica illuminazione nella zona di Ferrandina. Abbiamo spiegato il lavoro fatto agli imprenditori e credo che si possa ripartire da questo confronto con maggiori certezze”.

“Siamo consapevoli del lavoro svolto dal Csi – ha sottolineato il vicepresidente di Confindustria, Pasquale Lorusso -. Abbiamo chiesto maggiore celerità nell’esecuzione delle opere e un’attenzione particolare al decoro e alla sicurezza delle aree industriali. Occorre maggior chiarezza sui tempi di attuazione dei lavori e un confronto costante per evitare ulteriori perdite di tempo”.

“Tra noi e il Consorzio – ha detto Enzo Acito, presidente Confapi – non c’è nessuna contrapposizione. Imprese e Csi devono stare dalla stessa parte e fare pressione in maniera costruttiva nei confronti della Regione per realizzare un percorso condiviso di programmazione industriale del territorio. Dobbiamo cioè essere tutti parte di una strategia che deve essere finalizzata a ridare ossigeno alle imprese e portare alla ripresa economica e produttiva. Credo che oggi si siano gettate le basi per iniziare insieme questo cammino”.

Share Button