Affidati i lavori per gli impianti di video-sorveglianza in aree industriali materane

Gaetano Santarsia - Commissario CSI Matera

Gaetano Santarsia – Commissario CSI Matera

MATERA – “Il Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Matera (Csi) ha aggiudicato in via provvisoria i lavori per la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza nelle aree industriali di Jesce e La Martella, alla periferia di Matera”. Ne da notizia, in un comunicato stampa, lo stesso CSI, specificando che “L’aggiudicazione sarà definitiva una volta accertato che le due ditte vincitrici delle gare d’appalto, entrambe di Bari (la ENA Consulting per La Martella e la AMT per Jesce), posseggono i requisiti richiesti dal bando e dichiarati in sede di gara”.

L’importo delle opere da realizzare ammonta a circa “75mila euro” e riguarda entrambe le aree industriali.

“Le imprese dovranno, in particolare, acquistare e installare le telecamere per la videosorveglianza, riparare la rete di fibra ottica in un punto in cui risulta essere interrotta e collegare il sistema al centro di ricezione dati.
Il Consorzio per lo sviluppo industriale dovrà invece acquistare alcuni componenti degli apparati di ricezione delle immagini che risultano essere mancanti. Inoltre il Csi sta approntando il regolamento per l’assegnazione delle 24 coppie della rete di fibra ottica a cui sono interessate già la Telecom Italia e un’altra azienda di telefonia”.

“Oltre al servizio di videosorveglianza il funzionamento della fibra ottica permetterà alle aziende insediate nelle aree industriali materane di poter essere finalmente servite dalla rete a banda larga che consentirà i collegamenti in videoconferenza e la tv via internet”.

Secondo la nota stampa del Consorzio “i lavori inizieranno a gennaio del 2014 e si concluderanno entro tre settimane”.

Il Commissario, Gaetano Santarsia dichiara a proposito che “Il servizio di videosorveglianza era una delle priorità infrastrutturali che le imprese che operano a Jesce e a La Martella ci avevano sempre sollecitato, in virtù dei furti che si sono verificati negli ultimi anni. Finalmente, grazie al contributo della Regione Basilicata, abbiamo completato il percorso che consentirà alle imprese di avere una maggiore sicurezza per i loro stabilimenti. L’arrivo della banda larga, completa inoltre la dotazione infrastrutturale delle aree industriali del Materano rendendole sempre più competitive e attrattive anche nei confronti di aziende che operano nei settori tecnologicamente avanzati”.

“Il Csi” ha concluso Santarsìa”è al lavoro per realizzare entro la fine dell’anno le altre priorità previste tra cui il collegamento alla rete del gas metano per La Martella”.

Share Button