Tricarico. Un progetto di Filiera Suinicola dalla Confederazione Agricoltori

suinoIl Progetto elaborato dalla CIA a suppporto della Filiera Suinicola prevede la realizzazione di un sistema di imprese a rete per ognuno dei passaggi, dall’allevamento, alla traformazione-stagionatura, alla commercializzazione e ristorazione che sarà presentato a Tricarico il prossimo 28 maggio nell’ambito di un convegno sul tema “Suinicoltura lucana: tra criticità ed opportunità”.

All’incontro presenzieranno i dirigenti nazionali della Cia Umberto Borelli (Ufficio Zootecnico), Carmelo Gurriero (Gruppi Interesse Economico), il presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Allevatori Suinicoli Mauro Testa, l’Assessore regionale all’Agricoltura Nicola Benedetto; le conclusioni sono affidate al presidente della Cia lucana Donato Distefano.

L’obiettivo è quello del rilancio di un settore che rappresenta per l’economia del Paese e della nostra regione, una importante risorsa in termini occupazionali e di PIL.

Gli oneri gravano in maniera consistente sulla intera filiera produttiva e derivano dalle normative ambientali e sanitarie oltre che dall’articolo 62 del decreto liberalizzazioni che in Basilicata di fatto blocca 20 mila capi suini destinati all’ingrasso.

La Cia intende dunque rilanciare in particolare i progetti del segmento degli allevamenti estensivi e bradi, e l’implementazione delle razze autoctone lucane, ulteriore segmento produttivo che dovrà essere attenzionato all’interno delle politiche di sviluppo rurale in particolare per l’ultima annualità delle iniziative d’investimenti legati al Psr 2007/2013, e ai Pif (Programmi integrati di filiera).

Share Button