Medimex 2018 a Taranto, Emiliano: “Cultura, soluzione alle contraddizioni della città”

Passa da Bari a Taranto, il Medimex: l’International Festival & Music Conference, con più di 100 eventi, oltre 35 direttori artistici in arrivo da tutta l’Europa, mostre al MarTa, B2B, workshop, mercatino del vinile, Raffo Fest, e ancora concerti straordinari in esclusiva italiana: il 7 giugno i Kraftwerk e l’8 i Placebo. Ma gli eventi sono fino al 10 giugno, nelle location più significative della città.

 

Medimex a Taranto vuol dire attivare tutti quei canali che portano all'”industria della cultura”, alla “esperienza del turismo”, concetti in più occasioni ribaditi dall’assessore Capone: “Taranto rientra nella strategia regionale. E il Medimex non è un fatto episodico”, ha detto, riconoscendo con Emiliano e con Veronico (coordinatore Puglia Sounds/Medimex) la capacità organizzativa che ha portato al Concerto del Primo Maggio. Evento al quale il direttore artistico Michele Riondino ha invitato il governatore regionale e il sindaco. Ha subito accettato Emiliano.

“La parola del giorno è grazie – interviene Melucci – perché gli amici della Regione hanno provato che tengono a Taranto con i fatti. Due le nostre sfide: recuperare un clima di regole e di trasparenza, e scardinare l’immagine che fuori che si ha di questa città”.

Share Button