Expo2015. Gli studenti del Conservatorio che hanno rappresentato Matera a Palazzo Italia

Studenti Conservatorio Duni MateraMILANO – “Suonare a Expo è stata un’esperienza istruttiva, una grande opportunità. Non ci eravamo mai esibiti in un contesto internazionale come quello dell’Esposizione Universale”.

Così hanno detto gli studenti scelti per rappresentare a Expo il Conservatorio “E.R. Duni” di Matera. Otto i musicisti che per due sere – 13 e 14 settembre – hanno calcato il palco di Palazzo Italia: Daniela Pascale, Sergio Cosmai, Maria Lisbona, Azzurra Carrozzo, Anna Pellegrini, Nicolaia Natale, Claudia Carrera, Bernardino Franchini.

Dopo un repertorio classico di Antonio Vivaldi, i ragazzi hanno eseguito una serie di brani composti da giovani musicisti apposta per Expo: Claudia Carrera, H2O, La Source – Jeux de la mer – Séve – Augmenter; Davide Pantaleo, KitchStep; Massimo Bonuccelli, Equilibrio; Marcello Laquale, Piatto Secondo; Marco N. Carmentano, Expo Lunch; Pasta alla Norma – Finger Lime Sorbet – Dolphin Sushi, Cocco Africano, Caffè Brasiliano.

“I brani sono stati scelti con un contest – hanno spiegato -. Abbiamo cercato di esprimere al meglio e tramutare in note l’Esposizione Universale. Alcuni hanno anche un accompagnamento elettronico realizzato campionando vari suoni provenienti da attrezzature e oggetti presenti in cucina, come il suoni del gas, del timer del fornello, dei coltelli. L’effetto è stato sorprendente”.

Il concerto rientra nel progetto Vivaio Talenti, che dal 18 luglio ha dato avvio a “La stagione dei conservatori” a Palazzo Italia, in collaborazione col Ministero dell’Istruzione. “Expo – hanno commentato i giovani – ci ha dato la possibilità di scoprire musiche e culture del tutto nuove per noi. Siamo rimasti affascinati per esempio dalla musica vietnamita, dai loro strumenti così lontani dai nostri”.

Share Button