Indimenticabile concerto materano di Josè Carreras e Antonella Rondinone

Antonella Rondinone con Josè CarrerasEmozioni musicali intense e suggestive quelle regalate dal concerto del leggendario tenore Josè Carreras, che a Matera – nella splendida cornice naturale del Castello Tramontano – è salito sul palco per offrire al numeroso pubblico presente una serata da molti definita “indimenticabile”.

Sul palco, Josè Carreras ha voluto al suo fianco il soprano Antonella Rondinone, artista lucana di grande spessore musicale, dimostrato in toto nella esibizione di ieri, nella quale è stata capace di emozionare profondamente il pubblico con il suo spiccato talento vocale e con il sentirsi totalmente a proprio agio al cospetto del maestro.

A guidare l’orchestra, con musicisti dell’Orchestra “Saverio Mercadante” di Altamura e della Fondazione Orchestra Lucana della Provincia di Matera, il M° Roberto Molinelli.

I brani del concerto – organizzato da Rocco Debernardis con il prezioso sostegno di numerose realtà imprenditoriali del territorio – sono stati introdotti da Michele Mirabella, volto noto della tv e grande esperto di musica.

Il concerto di Josè Carreras, dunque, è stato un tripudio di entusiasmo e di coinvolgimento, grazie alla scelta di un repertorio che ha incluso brani della tradizione operistica italiana, della canzone italiana, dell’operetta e dei classici della tradizione partenopea che sono diventati emblema della “italianità nel mondo”.

Il concerto si è aperto con un trittico napoletano eseguito dall’orchestra. José Carreras si è presentato al pubblico con due brani, “Serenata” di Tosti ed “Era ‘e Maggio” di Costa.

Antonella Rondinone ha esordito con l’esecuzione dell’ “aria dei gioielli”, un capolavoro tratto dall’opera “Faust” di Gounod, che ha subito evidenziato le eccellenti qualità vocali del soprano materano, particolarmente apprezzate dal pubblico presente, ricevendo ripetute attestazioni dallo stesso Carreras che ne ha apprezzato la musicalità e il colore del timbro vocale.

Ampio spazio anche ai duetti: “Tace il Labbro” da “La Vedova Allegra” di Lehàr, e la celebre “Non ti scordar di me”.

Spazio anche all’esecuzione solistica del clarinetto di Rocco De Bernardis, che ha eseguito il brano “Obliviòn” di Astor Piazzolla.

Alla fine, standing ovation per tutti, degna conclusione di un concerto straordinario che ha ribadito il valore leggendario di Carreras e ha confermato le ottime qualità artistiche di Antonella Rondinone.

Il concerto di Josè Carreras ha, dunque, segnato un momento storico nel panorama culturale della Città dei Sassi, che in prospettiva del 2019 sarà chiamata ad esprimere ulteriori occasioni culturali di qualità.

Share Button