Reunion di band musicali e associazioni potentine per “Sarà Festa”

Alcuni degli artisti che hanno animato la serata

Alcuni degli artisti che hanno animato la serata

POTENZA – Metti un venerdì d’estate in città. Se poi la temperatura e l’ambiente non hanno molto da invidiare ai ritrovi balneari per eccellenza, basta un pizzico di fantasia per creare l’alchimia di sicura riuscita. L’ispirazione arriva da una chiacchierata per unire le sonorità di alcune band, offrire panini con salsiccia tipica di Cancellara, arrosto alla brace, birra a volontà, ma soprattutto musica live, poesie e stand espositivi. Tutto ad ingresso gratuito.

Nasce così la serata evento organizzata ieri, 26 luglio, dal gruppo musicale dei Mamma Cannibale dal titolo “Sarà Festa”. E come ogni celebrazione che si rispetti, c’è un festeggiato: lo stare in compagnia. In regalo tanti sorrisi e la partecipazione di numerosi artisti, incredibilmente riuniti per una sera, ognuno a comunicare messaggi differenti. Come? Diventando “strumento”. Dove? Scegliendo il Sunset Glamour Caffé, locale posto in una delle tante aree di Potenza che solo da qualche tempo si stanno riscoprendo vive anche nei mesi dal fuggi fuggi tipicamente estivo.

“Siamo convinti che nell’arte nulla si inventi e che tutto è già esistente. Lo scopo di uno strumento – ha dichiarato Franky Centola, tra gli organizzatori dell’evento – è quello di rendere evidente ciò che già esiste e che non si rivela fino al momento stesso in cui qualcuno lo manifesti. Gli artisti sono dei medium, nel senso letterale del termine, che significa strumento. L’arte non nasce da nessuna parte. E’ dentro di noi. Ecco l’idea di organizzare una serata tra amici delle musica per regalare alcune ore diverse. Anche per lanciare un segnale alla città, ovvero sottolineare che qui c’è tanta voglia di fare.”

E cosa non si può trasmettere con l’uso di una penna. Lo sanno bene Giulio Laurenzi (Calendario Emergency 2013, Liberazione , Frigidaire, Il Nuovo Male, Mucchio Selvaggio, l’inserto satirico dell’Unità), Rosario Raho (autore Star Comics), Cabese Saverio (Il Nuovo Male) ed Egidio Marone (La Nuvola Scarlatta).

Oppure attraverso il suono e le parole. Oltre ai Mamma Cannibale, spazio alle note del cantautore Antonello Favale (alias Indio e la Sua Stella), il giovane gruppo rap al femminile de Le Teste, Graziano Accinni (ex chitarrista di Mango) insieme a Giuseppe Forastiero, Danilo Vignola (vanto lucano, campione mondiale di ukulele elettrico) e Rocco Mentissi.

Tra gli stand espositivi: proposte artigianali, gastronomiche con la presenza del cuoco Alfonso Candelora e iniziative delle associazioni Teerum Valgemon Aesai di Anzi – curatrice del famoso Planetario Osservatorio astronomico – e Red House Lab.

Le ore scorrono via veloci e la voglia di ripetere l’iniziativa altrettanto. A conferma che basti davvero poco per realizzare una visione collettiva di divertimento sano e al tempo stesso divulgativo. Uno spunto per il futuro potrebbe essere quello di portare questo strumento artistico anche all’interno di altri contesti cittadini. Qualcosa a cui si sta già pensando con la manifestazione “Ennesima Potenza” che vedrà la sua seconda edizione a fine agosto tra le vie del centro storico. Non c’è nessun biglietto da acquistare. Il gradimento del numeroso pubblico presente sta tutto negli applausi tributati agli artisti, per una sera volontari, portavoce di un messaggio che da culturale diventa anche sociale: “Fare gruppo, avere spirito d’iniziativa e… sarà festa”.

Share Button