L’incantesimo di Bosso apre la prima edizione del "Torremare jazz festival"

Bosso sul palco di Torremare

METAPONTO (Matera) – Dall’incantesimo della musica a quello di un vecchio castello ristrutturato per diventare laboratorio culturale.

E il jazz a fare da filo conduttore.

Ha preso il via giovedì scorso, a Metaponto, la rassegna “Torremare jazz”, organizzata da Jazz Place Radio e Ueffilo, in collaborazione con Masseria culturale fortificata e associazione Ulisse.

Fino al 29 agosto, nella suggestiva cornice del castello di Torremare, su un palco allestito per l’occasione, sono in programma nove eventi live con protagonisti artisti e band tra i più apprezzati a livello nazionale e internazionale.

A tenere a battesimo la prima edizione della rassegna estiva è stato Fabrizio Bosso, trombettista dal talento e dall’estro straordinari, che in formazione quartetto, insieme a Claudio Filippini al piano,
Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Lorenzo Tucci alla batteria ha presentato “Enchantment”, la sua ultima fatica discografica interamente dedicata alle composizioni da cinema del grande Nino Rota, ovviamente reinterpretate in chiave jazz. Ma non solo: Bosso, infatti, dopo un inizio fedele alla tracklist del disco, ha lasciato spazio insieme ai compagni di palco all’improvvisazione tipica del genere.

Fabrizio Bosso, tra l’altro, è la special-guest dell’intera rassegna, nome costante di riferimento di un cartellone vario che, nell’arco di un mese, ospiterà anche Irio De Paula, Alessandro Magnanini e Jenny B., Nick the Nightfly quintet, Javier Girotto, Filippo Tirincanti, Nicola Conte Jazz Combo, Gabin e Spiritual Trio.

Share Button