Il Premio Levi 2013 a Conti, Alliegro, Vauchez e Agolli

Lo scrittore Guido Conti

Lo scrittore Guido Conti

MATERA – Guido Conti con il romanzo “Il grande fiume Po” ed Enzo Vinicio Alliegro con “Il totem nero” sono i vincitori della sezione saggistica regionale della 16/a edizione del premio nazionale letterario “Carlo Levi”, promosso dal circolo culturale “Nicola Panevino” e dal Parco Letterario omonimo di Aliano (Matera) con l’apporto di enti locali.

Lo si e’ appreso oggi a Matera nel corso della conferenza stampa di presentazione, coordinata dal giornalista Rocco Brancati, e alla quale hanno partecipato il presidente della giuria del premio Raffaele Nigro, il sindaco di Aliano, Luigi De Lorenzo, il presidente del parco letterario Antonio Colaiacovbo, del circolo “Nicola Panevino” Pietro Dilenge, il direttore del Comitato Matera 2019, Paolo Verri, e la soprintendente per i beni artistici, storici e demoetnoantropologici di Basilicata e Puglia Marta Ragozzino.

La manifestazione, che sarà presentata a Roma il 25 settembre, attribuirà i premi nel corso della cerimonia che si terrà ad Aliano il 5 ottobre. Nell’occasione saranno premiati anche i vincitori della sezione stranieri. Sono il francese André Vauchez con l’opera “Francesco d’Assisi” e il poeta Dritëro Agolli, già presidente dell’Unione degli scrittori e artisti dell’Albania, per l’attività e la produzione cinquantennale. I promotori del Premio, nel ricordare l’attualità del pensiero leviano e le azioni portate avanti nelle diverse edizioni della manifestazione, si sono soffermati sulle opportunità legate al progetto di candidatura di Matera a capitale europea della cultura per il 2019 che potrebbe avere ricadute sull’intera Basilicata. Don Dilenge ha annunciato che il museo-casa di Carlo Levi si è arricchito dell’atelier pittorico dell’artista con l’acquisizione del cavalletto da studio, di tavolozze e di un libro originale.

Share Button