Whakapapa Film Festival a Irsina (MT) dal 6 all’8 luglio

Il ponte tra Irsina e le sue comunità internazionali sta dando i suoi bei frutti in campo culturale. Si chiama Whakapapa Film Festival, alla sua prima edizione, nato dalll’idea di Joseph Rickit, artista maori, che risiede nella cittadina da qualche anno.

Il termine Maori Whakapapa indica, non a caso, le interrelazioni che legano gli individui tra di loro, ma anche le comunità col mondo.Il festival internazionale che propone 21 lavori in concorso di cui nove lungometraggi documentari e dodici cortometraggi, selezionati da tutto il mondo, avrà luogo dal 6 all’8 Luglio e prevedrà la proiezione di tutti i lavori in concorso, momenti di discussione con i registi, eventi musicali e non, ospiti internazionali e la possibilità di godere dell’ospitalità di uno dei più suggestivi borghi lucani.

Alla fine il festival premierà il miglior documentario, il miglior cortometraggio e una menzione speciale per ciascuna delle due categorie.

Gli obiettivi del festival, che accetta in concorso solo documentari di taglio socio antropologico sono valorizzare le tradizioni, riscoprire le identità, ridefinire gli orizzonti di senso di una umanità che, oggi più che mai, dovrebbe ricominciare a confrontarsi senza paura delle diversità ma consapevole della ricchezza che esse rappresentano. Durante le giornate di proiezione sono previste due “finestre”di approfondimento su spunti socio-culturali maori e lucani. In particolare verranno proiettati, alla presenza dei registi, alcuni dei lavori del regista lucano Nicola Ragone e alcuni lavori della regista neozelandese RenaeMaihi.

E’ questa quindi una buona pratica da cui bisognerebbe trarre spunto per la valorizzazione dei piccoli borghi lucani. Irsina ha quindi capito cosa significa fare cultura e produrre cultura.. Proprio nel momento migliore, di avvicinamento al 2019.

Share Button