Cinema, presentato a Bernalda il progetto Twc

Una veduta di Bernalda

BERNALDA (Matera) – La Basilicata come la Hollywood del Mediterraneo. Dopo numerose battaglie condotte a sostegno dei diritti civili della comunità locale, il comitato “Cittadiniattivi” di Bernalda passa alle proposte didattiche strettamente legate al territorio e alla sue vocazioni, alla valorizzazione di questi in prospettiva di ricadute economiche positive. Nasce così il progetto “TWC – Tribute to World Cinema, Basilicata Italy”, presentato nei giorni scorsi nel paese del Materano. Si tratta di un progetto che parte come tributo al cinema mondiale per ambire poi al rilancio dell’intera Basilicata mediante lo sviluppo della settima arte in tutte le sue accezioni artistiche, culturali, infrastrutturali, turistiche e industriali. E il testimonial, secondo quanto prospettato dal portavoce dei “Cittadiniattivi”, Antonio Forcillo, sarà d’eccezione: Francis Ford Coppola. Ormai anche dall’altra del mondo sanno delle origini bernaldesi del grande regista. Coppola, in pratica, dovrebbe fare da consulente per la creazione di un’Università mondiale del Cinema cui si affiancherà la realizzazione di opere infrastrutturali e progettazioni ad elevato impianto di marketing strategico. Un progetto ambizioso, a voler usare un eufemismo, ma che ha permesso al consigliere regionale bernaldese di Italia dei Valori, Nicola Benedetto, di rilanciare il discorso Film Commission. “Il ruolo di Bernalda è indiscutibile”, ha scritto in una nota, e così le pretendenti al titolo di capofila di questa istituzione aumentano. Il problema vero, che solleva anche Benedetto, è il fatto che il dibattito in merito, nelle stanze della Regione Basilicata, sembra essersi arenato e se dopo anni non siamo ancora riusciti a dotarci di una film commission, conditio-sine-qua-non per lo sviluppo del cinema in Basilicata, quanto è realistico parlare di accademie e università di settore?

Share Button