Vittorio Sgarbi racconterà al Teatro Palazzo di Bari, l’arte di Michelangelo

Per due sere, il 19 e 20 gennaio, Vittorio Sgarbi guiderà gli spettatori alla scoperta dell’arte di Michelangelo. Si tratta di un nuovo spettacolo realizzato dal critico d’arte che a Bari andrà in scena nel Teatro Palazzo.

Dopo lo spettacolo teatrale “Caravaggio”, in cui – ricorda un comunicato – il critico ferrarese ha condotto il pubblico in un percorso trasversale fra storia dell’artista ed attualità del nostro tempo, Sgarbi propone una nuova esplorazione questa volta dedicata a “Michelangelo”.

Obiettivo dello spettacolo multimediale: (ri)avvicinare gli italiani alle opere e agli artisti che hanno reso l’Italia famosa in tutto il mondo. Il talento stupefacente di Buonarroti verrà illustrato sul palcoscenico dal racconto di Vittorio Sgarbi, contrappuntato dalle evocative musiche, composte ed interpretate dal vivo da Valentino Corvino (violino, viola, oud, elettronica) e dalle immagini delle opere rese vive dal visual artist Tommaso Arosio.

Partendo dal 33° Canto del Paradiso di Dante Alighieri, ispirazione per la prima Pietà del Michelangelo, passando per la modernità delle sue opere e per le innumerevoli influenze sull’arte posteriore, lo spettacolo traccia una traiettoria emblematica attraverso la vita e l’opera di Michelangelo in relazione ad un periodo cruciale della nostra storia dell’arte, a cavallo del Cinquecento, tra il trionfo del Rinascimento e la nascita del Manierismo e del Barocco. Un periodo unico che cela tuttavia molti aspetti poco noti: Vittorio Sgarbi guiderà il pubblico alla loro scoperta, portando alla luce un Michelangelo inedito e pieno di sorprese.

Messa in scena e allestimento a cura di Doppio Senso, scenografia e video di Tommaso Arosio.