Un Albero di 4500 bottiglie colorate ad Agromonte Magnano

Alberto di PlasticaFare arte riciclando, è ciò che è stato fatto nella “Piazza Grande”, di Agromonte Magnano, realizzando un albero di circa 5 metri, creato con 4500 bottiglie di plastica e tappi di ferro, dai ragazzi della Pro Loco, ideato dall’artista concittadina del luogo, Pina Ferrara.

Grazie al progetto “L’arte a difesa della natura”, con il sostegno della Pro-loco di Latronico e della collaborazione spontanea e gratuita, di alcuni studenti delle scuole del luogo, affascinati dalla splendida iniziativa, e dalla possibilità di poter contribuire a salvaguardare l’ambiente riciclando, oltre al fatto di donare alla propria cittadina un tocco artistico molto peculiare. Decine di ore di lavoro lunghe e difficili, per dare vita all’opera precisa e curata nei minimi dettagli, un albero coloratissimo dalle sfumature: bianco, verde, rosso e arancione, agghindato con centinaia di fiori di plastica. L’opera d’arte, è stata realizzata e presentata ufficialmente alla popolazione e ai turisti presenti nel luogo, nella piazza principale il 22 Giugno, proprio perché negli ultimi giorni del mese ricorrono i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio, patrono della cittadina di montagna.

L’opera d’arte, rimarrà nella piazza principale di Agromonte Magnano per l’intera estate, come simbolo di promozione territoriale e di un turismo verde sostenibile. Alla fine della stagione estiva, l’autrice dell’opera artistica e la Pro-loco decideranno il da farsi, sembra che il desiderio della Pro-loco, se potesse essere possibile, sarebbe quello di smontare l’albero dalla piazza della cittadina, e riproporlo nei paesi del circondario, creando una sorta di mostra itinerante a cielo aperto.

Share Button