A Matera una tela di Josè Ortega sul golpe del 1981

La tela di  Josè Ortega donata a Fondazione Zetema

La tela di Josè Ortega donata a Fondazione Zetema

MATERA – E’ stata donata alla Fondazione Zetema di Matera l’opera realizzata nel 1982 dell’artista spagnolo Josè Ortega, che raffigura le fasi drammatiche del golpe al Parlamento tentato il 23 febbraio 1981 dal tenente colonnello della Guardia Civile, Antonio Tejero, durante le votazioni per la fiducia al nuovo governo di Leopoldo Calvo Sotelo.

La tela, ripartita in tre pannelli, che misurano cinque metri per due, è stata donata da una signora spagnola, che l’aveva finora avuta in custodia dopo una mostra personale che l’artista aveva tenuto a Madrid. L’opera raffigura le fasi cruciali dell’irruzione del colonnello Tejero e delle minacce armate verso i parlamentari.

Sono riprodotti in primo piano, tra gli altri, il leader del parlamento uscente, Adolfo Suarez Gonzalez, e del partito comunista, Santiago Carrillo. L’artista ha disegnato con volti sfumati o senza tratti somatici i parlamentari che avevano preferito nascondere la faccia sotto gli scranni dell’assemblea.

”La signora spagnola – ha detto il presidente della Fondazione Zetema, Raffaele De Ruggieri – l’ha custodita per tanti anni, in attesa che l’artista andasse a riprenderla in quanto di grandi dimensioni. Poi Josè è morto nel 1990 e il quadro è rimasto in custodia della signora, che ha saputo del progetto di Casa di Ortega che stiamo realizzando nei rioni Sassi e lo ha donato alla Fondazione.

Troverà sistemazione nella Casa di Ortega, un luogo in corso di ristrutturazione per la valorizzazione delle arte applicate”. Josè Ortega, vissuto a Matera durante l’esilio della dittatura franchista, aveva avviato un laboratorio per la cartapesta e operato con la grafica dei sette Dolori del circolo La Scaletta.

Share Button