In Finlandia il presepe lucano di Artese al centro di un grande incontro ecumenico

Presepe Lucano - Franco ArteseTURKU – La Basilicata ambasciatrice del sacro nel mondo. Dopo Piazza San Pietro nel 2012, il presepe dell’artista lucano Franco Artese, ambientato nei rioni Sassi, è approdato nella piazza principale di Goiânia, in Brasile. Potrà essere ammirato fino al 6 gennaio nel cuore della popolosa città che conta 1.850.000 abitanti. Per l’occasione l’Apt Basilicata ha curato la stampa di un opuscolo in lingua portoghese, proprio per consentire alla popolazione di approfondire la conoscenza del presepe lucano e della tradizione artistica della Natività. Ma c’è di più. La Magia del Natale con un tocco tutto lucano è sbarcato anche in Finlandia dove il maestro Artese è giunto insieme al Direttore dell’Apt Giampiero Perri, al presidente del Gal La Citadella del Sapere, Nicola Timpone e al direttore dell’Istituto di Cultura Italiana Marcello Matera. Due gli eventi nelle principali città della terra d’origine di Babbo Natale che stanno suggellando il legame tra la Basilicata e il Paese scandinavo; nella Cripta del Duomo di Helsinki dall’8 dicembre scorso, e nella Cattedrale di Turku, da oggi, sono esposti i presepi dell’artista lucano, a dimostrazione della forte passione per la cultura italiana da parte della Finlandia, uno dei “mercati obiettivo” individuati dall’Apt . L’inaugurazione odierna ha previsto anche l’allestimento di una mostra sulle tradizioni religiose della Basilicata con particolare riferimento a Maratea , al Sirino e Pollino grazie alla partnership con il Gal – La Cittadella del Sapere. L’inaugurazione di oggi a Turku coincide con un importante evento ecumenico previsto nella Cattedrale. La televisione di Stato Yle riprenderà la manifestazione per poi trasmetterla nel giorno della Vigilia di Natale in coincidenza con la “dichiarazione di pace”, tradizionale appuntamento che raduna nella città , capitale europea della Cultura nel 2011, un significativo numero spettatori. Un’iniziativa che ben si lega con quanto sta facendo il Comitato Matera 2019.

 

MATERA: “La presenza della Basilicata a Turku, Capitale europea della cultura nel 2011, va a rafforzare il legame di Matera con la città finlandese lungo il percorso di candidatura a capitale europea della cultura per il 2019”. Lo afferma il direttore del comitato Matera 2019, Paolo Verri, nel commentare l’iniziativa promossa dall’Apt Basilicata e dal suo direttore, Giampiero Perri, componente del comitato scientifico di Matera 2019, che vede la Basilicata Sacra in Finlandia, dall’8 e al 12 dicembre con due opere del maestro Franco Artese e una mostra dedicata all’arte, alle tradizioni e ai paesaggi più belli della regione.

“Con la città di Turku, già dalla penultima edizione di Materadio – aggiunge Verri – abbiamo stretto proficue relazioni culturali ospitando nel 2012, al Centro per la creatività di Rionero in Vulture “La piccola stazione” una produzione congiunta di Hox company e Tehdas Theatre (Finlandia) nonché direttore della candidatura di turku che nel dossier ha rilasciato una significativa testimonianza. Ora è la Basilicata ad andare in Finlandia con l’esposizione dei presepi di Artese nella Cripta del Duomo di Helsinki e nella Cattedrale di Turku. Il presepe dal titolo “Il Mistero della Natività nello scenario delle chiese rupestri Materane” racconta del paesaggio in cui è immersa la città dei Sassi con le sue tantissime chiese rupestri. Così come l’opera esposta a Turku punta l’attenzione sulla Cripta del Peccato Originale, la più antica testimonianza dell’arte rupestre del Mezzogiorno d’Italia. La scelta di inaugurare la mostra in coincidenza con la “dichiarazione di pace”, tradizionale appuntamento che raduna nella città di Turku un significativo numero spettatori si muove esattamente con i messaggi di pace e di fratellanza che attraversano il dossier di candidatura”.

Soddisfazione per questa iniziativa viene espressa anche dal sindaco di Matera e presidente del Comitato Matera 2019, Salvatore Adduce. “Con la Finlandia stiamo collaborando su diversi piani e con diverse città. Segnalo – ad esempio – il cammino di gemellaggio che stiamo facendo insieme alla città di Oulu, la la Summer School sul tema “Il patrimonio vernacolare: storia, conservazione, progetto. Matera e Rauma” svoltasi a Matera su iniziativa dell’Università Politecnica delle Marche, dell’Aalto University di Helsinki, dell’Università degli studi della Basilicata con la collaborazione del Comune e del Parco della Murgia materana e le residenze di artisti finlandesi promosse dalla Fondazione Sassi”. ( Fonte Comitato Matera 2019)

 

 

Share Button