Casa di Ortega: il primo luglio 2014 il suo completamento

Raffaello De RuggeriMATERA – Da tempo la comunità locale e nazionale si sta chiedendo quale sia lo stato di avanzamento dei lavori riguardanti il progetto  materano Casa di Ortega, concepito sin dal 2003 dalla fondazione materana Zetema.

Questa mattina, con una conferenza stampa tenutasi presso il Museo della scultura contemporanea, Musma, il presidente di Zètema, Raffaello De Ruggieri, ha ricordato innanzitutto la figura dell’artista pittore spagnolo rappresentante del neo realismo sociale Josè Ortega, il quale trasferitosi a Matera nel 1973 realizzò uno dei suoi cicli pittorici più importanti e dove inoltre venne folgorato dall’utilizzo della cartapesta.

La casa di Ortega,  già nelle intenzioni iniziali, un museo delle arti applicate e luogo della creatività manuale dove esporre tra l’altro i bassorilievi policromi dell’artista e le ceramiche del materano Peppino Mitarotonda, è già costata circa 620 mila euro ed è corrispondente con le strutture immediatamente a ridosso del Complesso del Casale ivi compresi Torre Metellana e Palazzo Gattini. Per l’ultimazione serviranno altri 250 mila euro – ha sottolineato De ruggieri –  che potranno essere attinti attraverso un progetto stipulato con Banca prossima ossia la banca etica del Gruppo San Paolo; questa piattaforma operativa dal nome Terzo Valore consente alle persone fisiche e giuridiche di prestare denaro ai progetti Non profiti in modo diretto e senza utilizzo d’intermediari con un tasso d’interesse concordato.  Nel servizio che segue le dichiarazioni di Raffaello De Ruggieri Presidente della Fondazione Zètema.

Share Button