La storia di Matera nelle maioliche di Mitarotonda

Peppino Mitarotonda

Peppino Mitarotonda

MATERA – La storia di Matera, con una attenta e creativa riproduzione di fatti, segni e luoghi, nella mostra “Matera nelle maioliche di Mitarotonda” attraverso l’opera dell’artista ceramista Giuseppe “Peppino” Mitarotonda che sarà inaugurata il 21 settembre presso l’ex ospedale San Rocco di piazza San Giovanni.

Obiettivi e contenuti della mostra sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato oltre all’artista anche il curatore Nicola Rizzi, il presidente della Fondazione Zetema, Raffaello De Ruggieri, lo storico Giovanni Caserta, l’assessore comunale al Turismo Alberto Giordano, E l’architetto Biagio Lafratta della Soprintendenza ai Beni ambientali e Paesaggistici.

La mostra raccoglie 60 fra pannelli, piatti e maioliche decorate, frutto dell’opera quasi cinquantennale dell’artista. Il percorso espositivo spazia dalla rappresentazione del territorio murgiano a eventi di storia locale come “il miracolo di Sant’Eustachio”, il protettore di Matera che in epoche diverse salvò la città dagli attacchi dei pirati saraceni e dalla “rivoluzione” giacobina.

Articolata nelle sezioni “Matera e la sua storia”, “Matera in festa”, “Matera oltre il mito della memoria” e “C’era una volta Matera”, alla mostra è legata la pubblicazione di un catalogo realizzato da “Giuseppe Labarile editore” e dell’opuscolo “La scuola” che riporta l’esperienza didattica dell’artista in alcuni istituti cittadini.

L’iniziativa, autofinanziata con l’apporto del comitato mostra e della Fondazione Zetema, si svolge con il supporto della Soprintendenza per i Beni culturali e paesaggistici della Basilicata, e il patrocinio degli enti locali.

Share Button