Inaugurata a Matera la personale di pittura di Kuhlmann Kunst

Kunst a Matera

MATERA – Astrattismo e realtà. Sono due concetti antitetici che però si armonizzano, in una riuscita sintesi artistica, nella pittura di Twan Kuhlmann Kunst. Olandese, classe 1950, apprezzato a livello internazionale, dall’America che lo ha scoperto sul finire degli anni ’60 a Citta del Capo, dove esporrà nei prossimi mesi, fino alla sua Europa e con essa Matera, che fino al 23 luglio prossimo, negli spazi culturali della Casa D’Imperio, in via D’Addozio, propone una sua mostra personale che racchiude, in diciotto quadri, il meglio della sua produzione, che consta di oltre quattrocento opere.

Kuhlmann Kunst ha partecipato al vernissage insieme a Nicola D’Imperio e Timoteo Papapietro, che promuovono l’iniziativa con all’associazione “Casa D’Imperio”, all’assessore comunale alla Cultura, Elio Bergantino, e al pittore materano Nicola Filazzola. D’Imperio, presentando l’artista, ha ricordato l’influenza di Dalì sulla formazione del pittore olandese, attivo fin dall’età di dieci anni, che l’ha condotto all’astrattismo con cui, però, reinventa la realtà varia che osserva e che lo emoziona. Un processo in cui conta molto anche l’uso del colore, soprattutto di quelli puri, che lascia emergere – come ha osservato Bergantino – anche una certa componente neo-plasticistica nella sua arte. “Matera attrae gli artisti e i filosofi – ha aggiunto l’assessore – e Kuhlmann Kunst è un filosofo del colore che in questi spazi – in riferimento alla Casa d’Imperio e al suo contributo anche in funzione della candidatura di Matera a capitale europea della cultura – si trova assolutamente a suo agio”. In questi giorni di permanenza materana, tra l’altro, l’artista ha già dipinto la sua personalissima visione dei Sassi, capaci di influenzarlo a tal punto da imprimergli uno stile inedito, diverso dal solito. “Un pittore serio e da museo – ha concluso Filazzola – che aggiunge un altro nome di rilievo al carnet della Casa D’Imperio, uno spazio che dimostra che organizzare eventi di qualità rompendo certi monopoli è possibile”.

La personale di Kuhlmann Kunst resterà aperta, come si è detto, fino al prossimo 23 luglio, ogni giorno dalle ore 10 alle 12:30 e dalle 18 alle 22.

Share Button