Le stazioni della Via Lucis per arricchire la chiesa di San Salvatore

MATERA – Entro settembre, verranno sistemati lungo i due kilometri di percorso che separano il bivio per la chiesa dal Santuario. Si tratta delle formelle in tufo raffiguranti le quattordici stazioni della Via Lucis, che i giovani artisti di ProgettoArte di Matera con la consulenza dello Studio Arti Visive, realizzeranno sulla base dei bozzetti forniti da Maria Jannelli e Renato Galbusera, docenti presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Tali bozzetti potranno essere ammirati, dal prossimo 25 luglio e fino a settembre, presso la sala attigua alla Chiesa di San Salvatore, sul colle Timmari. Le stazioni, come ha sottolineato l’artista Franco Di Pede, saranno invece probabilmente sponsorizzate da quattordici famiglie come è avvenuto per la Via Crucis del Cimitero Vecchio. L’iniziativa, hanno ribadito Di Pede e Don Egidio Casarola, parroco della chiesa di San Vincenzo De Paoli, arricchisce l’opera di conoscenza e divulgazione dell’arte sul territorio. Obiettivo principale rimane infatti, hanno sottolineato, la valorizzazione del territorio di Timmari, unico polmone verde della città, che non gode della dovuta attenzione da parte delle istituzioni, nonostante la presenza di un’area archelogica di interesse internazionale. Presso la Chiesa di San Salvatore, ogni domenica pomeriggio dei mesi di luglio e agosto, alle ore 19, viene celebrata l’eucaristia.

Share Button