Matera 2019, la più bella della vergogne: prima mondiale de “Il Paradiso perduto. Leela”

Foto teatrostabilenapoli

Matera. Eccola “La più bella delle vergogne”, quella che rompe l’immobilità e porta al movimento, alla messa in discussione, alla consapevolezza e, dunque, alla rinascita. Matera si propone all’Europa come punto di incontro per riflettere sulla vergogna legata a temi che riguardano l’intera comunità: dagli sbarchi alla violenza sulle donne, dalla crisi economica alla disoccupazione. Vergogne che si fanno oggetto dell’indagine artistica, attraverso il filtro del teatro e la danza contemporanea.
Una delle due opere originali previste nel progetto “La più bella delle vergogne” della Fondazione Matera Basilicata 2019 è la produzione dello spettacolo “Il paradiso perduto. Lella” , affidata alla compagnia israeliana Vertigo Dance . Prima mondiale a Casa del Sole sabato e domenica, 6 e 7 luglio. Tra i coproduttori dell’ultima creazione della compagnia di danza il teatro Stabile di Napoli Mercadante, unico Teatro Nazionale del Sud Italia. Dopo Matera, lo spettacolo Il Paradiso perduto. Leela” farà tappa al Teatro Grande di Pompei.

Share Button